Fermo e Mario Dondero, una mostra

606
0
Share:
Mario Dondero, "Sorrisi dall'autobus", Cuba, 1992

 

“Mario Dondero. Le foto ritrovate – Inediti dall’archivio della vita” è il promettente titolo della mostra che Fermo, città d’elezione del fotoreporter milanese, che lì ha concluso la propria vita, dedicherà a Dondero dal 21 dicembre prossimo.
Si tratta di 80 scatti scelti tra quelli reppresentano simbolicamente il percorso professionale del fotoreporter – Cuba e il Sud America, le grandi guerre del secolo scorso, le persone dimenticate e i paesi marginali d’Italia, i ritratti di artisti e intellettuali – e tra quelle che lasciano scorgere dettagli inediti della vita del grande fotoreporter.

La mostra fotografica sarà allestita nel nuovo spazio espositivo del Terminal Mario Dondero creato a Fermo e riaperto al pubblico dopo alcuni restauri. “Mario Dondero. Le foto ritrovate – Inediti dall’archivio della vita” sarà visitabile dal 21 dicembre 2019 all’1 marzo 2020, dopo l’inaugurazione di sabato alle ore 17.

Mario Dondero, "Sorrisi dall'autobus", Cuba, 1992

Mario Dondero, “Sorrisi dall’autobus”, Cuba, 1992

Mario Dondero era principalmente un giornalista, come lui stesso amava ripetere nelle interviste. Le sue sono foto umaniste, in cui gli aspetti tecnici, compositivi, emotivi, le note di lirismo, l’uso dell’espressivo bianco e nero, tutto quanto insomma era in suo potere di fare attraverso la lente, è sottoposto al filtro della corretta informazione. Cioè Mario Dondero ha sempre evitato la spettacolarizzazione della realtà, cogliendone gli aspetti essenziali, nella bellezza estetica di uno scatto per quei “preminenti motivi di interesse sociale” che la Carta dei Doveri dei Giornlisti in effetti ritiene fondamentale.

Quindi in questa mostra, che è un ulteriore passo avanti verso la costruzione di un “Archivio Dondero”, sono raccolti 80 scatti suddivisi in sette sezioni, che rispecchiano alcuni ambiti di interesse del fotografo (Africa, Artisti, Borse valori, Cuba, Irlanda, Scuola e Teatro).
La Fototeca Provinciale di Fermo che cura l’esposizione sta organizzando su base volontaria le centinaia di migliaia di foto per comporre un archivio, che rappresenta la prosecuzione della volonta di Dondero, che aveva iniziato ad esporre informazioni sulle sue diapositive nel 2014, nella sua casa fermana di vicolo Zara.

Mario Dondero, "Al pub", Belfast, 1968.

Mario Dondero, “Al pub”, Belfast, 1968.

La mostra è organizzata dal Comune di Fermo in collaborazione con Regione Marche, Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria e delle Marche, a cura della Fototeca Provinciale di Fermo e dell’associazione culturale “Altidona Belvedere”. L’organizzazione e la produzione sono della società Sistema Museo.

“Le foto, le mostre, seguono le mie passioni, le mie debolezze, i miei interessi e anche le richieste che, invecchiando, mi arrivano sempre più numerose. Nel tempo ho imparato che vedere una mostra fatta con foto non scelte da me, curata da altri, può anche essere interessante. Succede come quando impaginano un tuo articolo su un giornale: tu porti un pacco di foto, loro selezionano, tu non condividi quelle scelte, ma alla fine ti accorgi che quella che per te era da scartare, che tu avevi trascurato, era proprio quella che ci voleva”.

Mario Dondero

 

Luogo: TERMINAL MARIO DONDERO
Indirizzo: Via E.Tomassini – Fermo – Marche
Quando: dal 21/12/2019 – all’ 1/03/2020
Vernissage: 21/12/2019 ore 17
Autore: Mario Dondero
Curatore: Fototeca Provinciale di Fermo
Generi: fotografia, fotogiornalismo
Info: tel. 0734217140

Informazioni:
Musei di Fermo tel. 0734 217140 – fermo@sistemamuseo.it
http://www.sistemamuseo.it/

Share:

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.