Castellers, folklore e feste a Barcellona

264
0
Share:

Forse non tutti sanno che… in Catalunya, regione meridionale della Spagna, esistono i “castellers“.

Noi che siamo un po’ “Catalonia-addicted”, li conosciamo. Sono squadre di decine, centinaia di persone, vestiti nello stesso modo e dello stesso colore, con una fascia legata in vita generalmente e a piedi nudi, che si sfidano.

Cosa fanno? Si arrampicano gli uni sugli altri, componendo delle atletiche torri umane, disegni e coreografie degne del miglior Antoni Gaudì. Palazzi in carne e ossa, anche di una decina di piani. Immobili… il più possibile.

Dove si possono vedere? A Barcellona, a Tarragona, a Vilafranca, a Casteldefels e in tante altre località catalane.

Si esibiscono durante le feste religiose o civili, per esempio negli anniversari delle fondazioni delle città o delle liberazioni… come la “diada”, la festa nazionale della comunità autonoma catalana, celebrata l’11 settembre di ogni anno.

L’UNESCO li considera “Patrimonio  intangibile dell’umanità”, ed è così che la tradizione si protrae e si difende. Stavolta, senza uccidere nessun toro.

 

Share:

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.