Paura, a dormire in un paese fantasma? Da Bagnoregio a Elcito

887
0
Share:

In Italia sono molti e inaspettati i borghi abbandonati o quasi totalmente disabitati. Delle perle da visitare per i più disparati motivi.

Da Elcito (Mc) nelle Marche, che molti di noi conosceranno, a Castelvecchio nel comune di Rapolano Terme (Si).

Negli Usa le “Ghost Town“, le città-fantasma, che sono intorno alle 15 mila, sono diventate un affare, un fenomeno turistico. Si tratta di centri che si svuotano per motivi ambientali, economici, per calamità o guerre, per fattori antropici (cioè a dire, per colpa dell’uomo).

Da qualche anno vengono attivati, in Italia, e prima ancora in altri paesi d’Europa, bandi e progetti per recuperare interi borghi, oppure per rivalutarli. Un esempio che cito spesso è quello del festival organizzato dallo scrittore “paesologo” Franco Arminio, “La luna e i calanchi“, che porta letture, eventi culturali e musicali nei borghi abbandonati della Lucania, ad Aliano in particolare.

Ma molti ci verranno in mente, a seconda delle nostre esperienze: un altro festival particolare è lo Sponz Fest, il festival voluto e diretto dal cantautore Vinicio Capossela.

Ecco alcune mete ghost-town o quasi da vedere.

1) Abruzzo

SANTO STEFANO DI SESSANIO

Un esempio di borgo abbandonato e completamente recuperato è il “pittoresco” e petroso Santo Stefano di Sessanio (AQ) in cui si può passeggiare e soggiornare nell’albergo diffuso che vi è stato istallato,

respirando l’atmosfera di un centro popolato da artisti un po’ hippie e vecchi artigiani.

 

 

2) Lazio

CIVITA DI BAGNOREGIO

Un paese che si sgretola, invece, è il  tristemente noto “paese che muore” Civita di Bagnoregio (VT), che fa piangere gli occhi che ammirano la sua bellezza.

Si sono avviate petizioni e azioni per salvarlo, il paese è uno dei più visitati della Tuscia laziale e dell’Italia intera.  Noi lo abbiamo raccontatoin video!

3) Umbria

Torre Del Colle di Bevagna

Conosciamo bene l’Umbria, essendo vissuti a lungo a Fabriano, da vicini di casa. Bevagna, in provincia  di Perugia, è molto carina, medievale e perefettamente conservata.

Ricordiamo che Bevagna è Uno dei Borghi più Belli d’Italia e Bandiera arancione. Sono stati girati in questo paese di oltre 4000 abitanti film di Franco Zeffierelli e Mario Mattioli.

Ma la frazione cinta da mura, Torre del Colle, è una meta senza tempo. Arroccata in vecchie case, chiese, scuola e un ex castello, si può visitare dormendo e mangiando “nell’ostello diffuso” Turriscollis.

Torre del Colle

4) Marche

ELCITO

Elcito, che conosco bene, essendo settempedana (=di San Severino Marche!) di nascita e ho visitato recentemente, ha riaperto alcune case abbandonate (altre sono in vendita) per offrire un piccolissimo ma accogliente bar-ristoro, una mostra fotografica dei (pochi) vecchi e nuovi paesani e un B&B (Tra Elcito e il cielo) per chi volesse soggiornarvi godendo delle stelle della notte.

Una meta interessante, ELCITO, se siete nelle Marche, tra vecchie case ritrutturate con vista panoramica, bosco di faggi, caccia al cinghiale, prelibatezze da assaggiare come il ciauscolo marchigiano, i salumi,  il buon vino.  Da visitare insieme alla bellissima e vicina San Severino, nota per la sua Piazza del Mercato e il suo castello-monastero.

Se sei interessato ai borghi abbandonati:  Alessandro Tesei (a c. di) Paesi fantasma. Viaggio tra i più bei borghi abbandonati d’Italia. Ediz. Addictions-Magenes.

Ne parlo in questo articolo.

 

Share:

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.