Poblenou, street art a Barcellona

69
0
Share:

La nostalgia del mio anno di vita a Barcellona mi porta a pensarci e a parlarne spesso.

Oggi voglio citare un quartiere interessante, moderno ed artistico, pieno di nuovi progetti e di testimonianze di street art che si chiama Poblenou (lett. “nuovo paese“).

Street art, design e archeologia industriale

Il quartiere di Poblenou si trova nella zona sud-est di Barcellona ed è un ampliamento della zona storica centrale. Era infatti soprannominata il “Manchester catalán” per la concentrazione di fabbriche, di arti grafiche, metallo, plastica …  Molte di queste sono dismesse e rivalutate con progetti di interessante archeologia industriale.

Poblenou si trova nel distretto di Sant Martí, è raggiunta dalla linea gialla L4 (parada, cioè, “fermata” Llacuna o Poblenou) e dalla linea rossa L1 (fermata Glories).
E’ delimitata da un tratto della via Diagonal e dalla Ronda Litoral a sud, è tagliata dalla Rambla de Poblenou, un viale alberato che raggiunge il mare. Come le altre zone interessate dalla Avenida (Avinguda) Diagonal è parte dell’Eixample (il catalano per “ampliamento”, in castellano “ensanche”), la ristrutturazione di Barcellona da parte dell’architetto e urbanista Ildefons Cerdà nel XIX.

Dopo le Olimpiadi del 1992, che hanno portato ritrutturazioni in molte zone tra cui la passeggiata della zona portuale Port olimpic e la zona sportiva del Montjuic, a Poblenou è inziato un processo di rinnovamento urbanistico oggi ancora in atto.  Grandi fabbriche che si sono trasformate in centri di ricerca, loft, showroom di design e studi professionali.

la Rambla de Poblenou

la Rambla de Poblenou (Wikipedia)

 

Architettura, hub tecnologiche, divertimento, Università e cultura

La zona è riconosciuta per alcuni simboli tra cui la Torre Agbar, di 38 piani, soprannominata il “pistolozzo” (in una censurata traduzione italiana tutta mia!), il Museu del Disseny, il cimitero neoclassico, la discoteca Razzmatazz.

Qui si trova anche il famoso Distretto 22@, nato da un progetto degli anni Duemila che intendeva concentrarvi aziende ad alta innovazione tecnologica e all’avanguardia. Qui si trovano infatti le sedi di Mediapro, Thoughtworks España, Adevinta, Aenor, Amazon, Cisco Systems, T-Systems e le università: Universitat Pompeu Fabra (UPF), Centro de Diseño de Barcelona (BAU) Universitat de Barcelona – Institut de Formació Contínua (UB – IL3), Estudis de Ciències de la Salut (UOC), Escuela de Negocios Europea de Barcelona (ENEB).

Qui è stato creato la sala l’arribada de la sala Beckett  in carrer Pere IV nel 2016 e la  Casa de les Lletres de Barcelona. 

 

Poblenou

Un grande crocevia di arte di strada, con i tanti murales concentrati tra la Gran Vïa de les Corts Catalanes e la Diagonal.  La comunità artistica NUART Espai de creació Nauart ha cambiato il volto del “barrio(guarda il sito).

 

Poblenou. ph Nuart

Poblenou. ph Nuart

Spiagge

Trovandosi vicino al quartiere costiero della Barceloneta è molto interessante per raggiungere la spiaggia e quindi spesso scelto dai bagnanti per sostare o dormire. Vi rimandiamo alla nostra guida sulle mgliori spiagge (Secondo noi) QUI.

Share: